La corsa si pratica da millenni, i primi che organizzarono competizioni di questo sport furono i greci. Allora usavano i sandali, oggi sono le scarpe running da uomo che completano la tenuta dello sport più praticato di sempre. Milioni di appassionati di ogni cultura e di tutto il mondo, sono sempre alla ricerca della miglior attrezzatura da running.

Sono tantissimi i marchi che presentano sul mercato scarpe da corsa, ognuna con caratteristiche proprie tali da riuscire a soddisfare le esigenze di tutti i corridori. Un’offerta così vasta rende complicata la scelta delle scarpe giuste. Per questo, prima di completare l’acquisto di un prodotto, ti suggeriamo sempre di analizzarne le caratteristiche.

Le cose più importanti in breve

  • Indossare una scarpa sbagliata in allenamento o durante la corsa può essere causa di gravi lesioni ai muscoli e alle ossa.
  • Il peso, il materiale e la forma sono caratteristiche fondamentali di una scarpa che deve adattarsi al nostro piede.
  • È importante sapere che ogni persona possiede delle caratteristiche proprie che occorre considerare prima di comprare un paio di scarpe. Una buona scelta migliorerà la nostra prestazione e ci proteggerà dagli infortuni e dalle lesioni.

Classifica: Le migliori scarpe running da uomo sul mercato

Sebbene esistano differenti modelli di scarpe da corsa per uomo, non tutti corrispondono a ciò che cerchiamo. Prima di scegliere una scarpa da running è importante analizzarne i materiali, la qualità e durabilità di cui è costituita, sapendo che un buon paio di scarpe sportive dovrebbe durare almeno un anno di utilizzo continuo. A seguire, ti mostreremo una classifica con 5 alternative che soddisfano necessità diverse.

Posto nº 1: Adidas Supernova

Le Adidas Supernova sono scarpe per il running su strada, flessibili e resistenti grazie alla tomaia in tessuto sintetico traspirante ed alla suola in gomma. L’intersuola in Cloudfoam è realizzata con un drop di 10 mm (dai 32 mm del tallone ai 22 mm dell’avampiede). Sono disponibili in taglie che vanno dal 40 al 47⅓ ed in 4 diverse colorazioni.

Il parere emerso dalle recensioni è estremamente positivo, e delle Supernova vengono apprezzati gli ottimi materiali, robusti e flessibili quanto serve, nonché la comodità della calzata; le taglie sono coerenti e garantiscono un buon comfort a tutti i tipi di piede, inclusi quelli a pianta larga.

Posto nº 2: Brooks Glycerin 16

Le Brooks Glycerin 16 sono scarpe da corsa dal peso di circa 300 g l’una, con tomaia sintetica in mesh per offrire la giusta flessibilità e prevenendo la sudorazione del piede. L’intersuola presenta un arco medio-alto, con un drop tallone-punta di 10 mm, ed è realizzata in EVA particolarmente morbido.

Gli acquirenti sono entusiasti delle Glycerin 16, delle quali non segnalano alcun difetto. Vengono giudicate comode e performanti, nonché traspiranti e resistenti, almeno per gli standard di una scarpa da corsa. Le taglie sembrano calzare alla perfezione senza creare dolori o fastidi.

Posto nº 3: Nike Air Zoom Vomero 14

Le Nike Air Zoom Vomero 14 promettono una notevole ammortizzazione ed elasticità, grazie alla combinazione della tecnologia Nike React con l’unità Zoom Air che coinvolge l’intera lunghezza della scarpa. Il drop dell’intersuola è di 10 mm, mentre un pod in schiuma interno al collare rende la calzata più sicura.

Le nuove Air Zoom Vomero vengono apprezzate per peso, estetica, elasticità e prestazioni in generale. I materiali sono di ottima qualità e la forma della scarpa garantisce al piede un’ottima stabilità nella corsa. La calzata è piuttosto aderente e l’arco accentuato, rendendole forse un po’ scomode per chi ha piedi larghi o piatti.

Posto nº 4: Saucony Triumph ISO 3

Le Triumph ISO 3 sono scarpe per il running sull’asfalto con suola dal design a zig-zag, per offrire la massima trazione possibile. Con un tallone di 30 mm ed un avampiede di 22 mm, l’intersuola ha un moderato drop di 8 mm.

Le recensioni sono molto positive e per alcuni si tratta delle scarpe da corsa definitive, garantendo prestazioni e comodità senza pari, sebbene tutto ciò si rifletta sul prezzo, facendolo lievitare. Calzano abbastanza bene e le misure sono generalmente adeguate al piede, anche se qualcuno preferisce averle di una taglia in più per sentirle più comode.

Posto nº 5: Mizuno Wave Rider 22

Le Mizuno Wave Rider 22 sono scarpe di categoria A3 ad alta ammortizzazione, con un drop di 12 mm (tallone da 32 mm e avampiede da 22 mm). La tomaia è in mesh ingegnerizzata e la suola in gomma ad alta trazione, con tallone composto dalla più rigida gomma al carbonio. Il peso è di appena 300 g per scarpa.

Le Wave Rider 22 vengono accolte molto positivamente, e di esse si apprezzano in particolare l’altissima qualità dei materiali, robusti e durevoli, e le ottime prestazioni su strada, garantendo una buona reattività ed elasticità. Sono ideali per corse a basse e medie velocità, ma si adattano a qualsiasi tipo di andatura. Le taglie calzano in maniera adeguata.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle scarpe da running da uomo

Le esigenze di ogni runner, relativamente alle sue scarpe sportive, sono legate a fattori come la salute, gli obiettivi fisici e anche necessità estetiche. Scegliere la scarpa giusta, tra l’ampia offerta di modelli, può risultare complicato. A seguire, troverai un elenco di argomenti di approfondimento che ti aiuteranno a scegliere con saggezza che scarpe comprare.

scarpe-running-prima-xcyp1

Un fattore da considerare per l’acquisto di un paio di scarpe adatto a te è conoscere il tuo tipo di passo. (Fonte: Warrengoldswain: 28176642/ 123rf.com)

È importante conoscere la nostra condizione fisica, prima di comprare le scarpe da running da uomo?

Assolutamente sì. Prima di comprare le scarpe da corsa, bisogna conoscere alcuni aspetti della nostra condizione fisica, come il peso, l’altezza e il tipo di passo. La qualità superiore o il top di qualità, oltre a offrire prestazioni superiori rispetto alle altre, è ideata per i runner che hanno un peso elevato. Sebbene questa qualità sia solitamente più costosa, riduce il rischio di infortuni.

D’altra parte, le scarpe di qualità superiore o media sono utili se il peso è intermedio, anche se occorre considerare che la qualità di ammortizzazione è inferiore, e per questo il passo richiederà più energia. Oggi, diversi marchi di scarpe da corsa inseriscono il livello di qualità del proprio prodotto nella relativa scheda tecnica.

Emil ZatopekAtleta checo

“Se vuoi correre, corri un chilometro. Se vuoi vivere una vita completamente diversa, partecipa a una maratona”.

Un corridore con un elevato peso può usare delle scarpe da running di qualità intermedia; ovviamente in questo caso, si consiglia di alternarle con scarpe di qualità superiore per evitare di stancarsi. Nel caso di corridori con peso medio o basso, la qualità è meno rilevante rispetto all’affaticamento del corpo.

Quale tipo di scarpe da running da uomo devo utilizzare?

Questa rappresenta una delle caratteristiche più importanti, poiché esistono scarpe da strada e per usi specifici. Usare una scarpa sportiva pensata per un ambiente particolare naturale, offre al corridore migliori prestazioni fisiche. Inoltre, scegliere in modo consapevole ti proteggerà da infortuni. A seguire, ti mostriamo un elenco delle diverse tipologie di scarpe:

  • Da asfalto: Sono le più diffuse per la corsa. In genere sono leggere e flessibili. Hanno un alto livello di ammortizzazione e la parte superiore regolabile consente che il piede traspiri senza muoversi dentro la scarpa. Normalmente, hanno una durata medio alta poiché sono realizzate per resistere agli effetti dell’usura.
  • Per il trail: Questo tipo di scarpa è utilizzato per correre in montagna o su terreni non asfaltati. Generalmente sono più resistenti e robuste di quelle da asfalto o da divertimento. Sono dotate di una chiusura eccellente e il design e i materiali sono pensati per resistere alle condizioni naturali più rigide. La suola di questa scarpa è in genere più spessa.
  • Superleggere: Le scarpe chiamate superleggere sono usate da chi partecipa alle gare o dai runner che vogliono aumentare la loro velocità. Queste scarpe sono più leggere e sono progettate per offrire l’effetto catapulta, che consiste nel dare al runner un leggero impulso ad ogni passo.
  • Miste: Questo tipo di scarpa può essere utilizzata durante gli allenamenti o in gara. In genere sono usate da corridori con un alto peso o da chi ha ritmi più lenti. Sono le scarpe più comuni sul mercato.

Quanto è importante conoscere il nostro passo prima di comprare le scarpe da corsa da uomo?

La risposta è: molto. Il tipo di appoggio del piede è un fattore che è necessario considerare prima di comprare le scarpe da corsa. Non è così determinante nei modelli su trail o su pista, ma per quelle da asfalto o da gara è importantissimo avere una conformità adeguata che, in condizioni estreme, impedisca spiacevoli infortuni.

Per sapere che tipo di appoggio del piede abbiamo, basta controllare il consumo delle scarpe usate abitualmente. Se non è sufficiente, si può appoggiare il piede bagnato su un foglio di carta e controllare il tipo di impronta che rimane impressa; in questo modo si potranno scartare i modelli che non si adattano al tipo di appoggio. A seguire, ti illustriamo i vari tipi di appoggio del piede:

  • Pronato: È il tipo di piede più comune tra i corridori. I pronatori sono quelle persone che, durante la corsa, appoggiano il loro peso sulla parte interna del piede e non su tutta la pianta. È facile sapere se si è un pronatore guardando il consumo delle proprie scarpe che di solito mostrano una suola consumata sul bordo interno. In questo caso, utilizzare una scarpa sbagliata può portare a torsioni della caviglia o del ginocchio.
  • Supinato: Il caso opposto al pronato. I corridori supinatori caricano il peso sulla parte esterna dei piedi, causando il consumo dei bordi esterni e del tallone. In questo caso usare le scarpe inadeguate può causare delle slogature, fratture da stress e dolori al ginocchio, indistintamente nella parte interna ed esterna.
  • Neutro: Il corridore neutro o che ha il passo neutro è colui che non sovraccarica né la parte interna né quella esterna del piede. Questo avviene quando si corre con le gambe perfettamente parallele. Rappresenta il passo più corretto, e la maggior parte dei modelli di scarpe sono realizzate per questo tipo di corridori.

Per quanto tempo posso usare le mie scarpe da corsa da uomo?

Le scarpe, come altri oggetti di uso quotidiano e comune, perdono un po’ alla volta, con l’uso, le loro caratteristiche originali. In questo caso, l’intensità e la cura che si dà alle scarpe determinerà la loro conservazione.

Normalmente, la durata delle scarpe da corsa oscilla in media tra i 600 e gli 800 chilometri. Inoltre, bisogna considerare altri fattori esterni, come la temperatura, il tipo di suola con cui sono realizzate e i possibili strappi. Quando le scarpe cominciano a perdere la loro ergonomia e smettono di essere utili, allora è bene pensare di sostituirle.

scarpe-running-seconda-xcyp1

Sul mercato ci sono molti tipi di scarpe da corsa tra cui poter scegliere ciò che più ci piace. (Fonte: Gstockstudio: 45810738/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Come abbiamo già detto, prima di comprare le scarpe da running è fondamentale conoscere le caratteristiche di base del nostro stato fisico, come ad esempio il tipo di appoggio del nostro piede, e sapere l’uso che ne faremo. Tuttavia, è anche importante considerare degli aspetti più specifici come la calzata, l’ammortizzazione, la leggerezza e la traspirazione. A seguire, mostreremo i criteri di acquisto più importanti:

  • Calzata
  • Ammortizzazione
  • Leggerezza e flessibilità
  • Traspirazione
  • Genere e taglia

Calzata

L’upper o la parte superiore della scarpa deve essere leggera e traspirante, ma anche maneggevole. Questo garantirà un’adeguata calzata che eviterà torsioni della caviglia o anche fratture ossee. Si consiglia di cercare delle scarpe realizzate con materiali termosaldabili o pelle sintetica che rafforzano la parte centrale del piede.

scarpe-running-particolare-xcyp1

Ricorda che la parte superiore della scarpa deve essere leggera e traspirante.
(Fonte: Pavol Stredansky: 98096041/ 123rf.com)

Ammortizzazione

Senza una corretta ammortizzazione, aumenta considerevolmente il rischio di avere degli infortuni. L’ammortizzazione è responsabile di ricevere tutto il peso del corpo in ogni passo, per cui, se la scarpa non ammortizza bene, tale peso graverà di più sui nostri piedi, talloni e ginocchia. Questo può provocare lesioni anche sulla colonna vertebrale.

Leggerezza e flessibilità

Le scarpe, più sono leggere e flessibili, migliori sono, soprattutto per le gare. I marchi più famosi utilizzano materiali leggeri. Normalmente si può conoscere il loro peso nelle caratteristiche tecniche del prodotto, ma per controllare se una scarpa sia flessibile, la cosa migliore è piegarla nel mezzo e verificare se il tallone tocca la punta.

Traspirazione

Il sudore dei piedi e delle gambe può consumare la scarpa o addirittura provocare lesioni. Per evitare un surriscaldamento dei piedi che poi possa portare ad arrossamenti, la soluzione è trovare scarpe realizzate con materiali traspiranti. Questa caratteristica di solito è descritta nella scheda tecnica del prodotto.

View this post on Instagram

The only thing better than sunset is sunset combined with running 😍 or maybe just running too 🤘😅 With @chicogaia *** Sem palavras para descrever o que foi treinar com esse nascer do sol hoje 🌅 😍 . É engraçado como desaparece rápido a memória da dor de #treinar por meses e #correr uma #maratona relativamente veloz 🏃🏻‍♂️ Na #manhã seguinte à minha última eu já estava matutando qual seria a próxima 🤔 Cinco dias depois já estava inscrito nela 😬😂 . Aguardo ansioso o fim deste período de transição, apenas com treinos leves, para começar o próximo ciclo de maratona 🙌🏻🙏🏻 . Hoje: • Aquec.: 3Km • 15Km Leve . . . . . #runintosunrise #sunriseonthebeach #runonthebeach #bertioga #correndoembertioga #treinodecorrida #runningram #instarun #rwbrasil #brasilrunners #goprobr #goprooftheday #goproepic #gopro

A post shared by Basic Running – Featured Shots (@basicrunning) on

Genere e taglia

Anche se esistono scarpe unisex, di solito ci sono delle differenze per genere, colori, forme e taglie. Per quanto riguarda la taglia delle scarpe, si consiglia di provarle di pomeriggio, quando il piede è maggiormente dilatato. Per verificare l’ampiezza della punta si può mettere la sagoma sulla pianta del piede e vedere se fuoriesce un dito.

Conclusioni

Le scarpe running da uomo, non solo ci aiutano a correre più rapidamente e più a lungo, ma proteggono anche i nostri piedi e in generale il nostro corpo. Prima di scegliere delle scarpe da corsa però, bisogna considerare diversi elementi.

Il marketing sportivo spesso esalta i prodotti più per la loro estetica che per la loro funzionalità. Al contrario, dobbiamo stare attenti alla qualità dei materiali e alla misura, tenere in considerazione il passo che abbiamo o il tipo di pianta oltre che la traspirabilità e l’ammortizzazione.

In questo articolo ti abbiamo detto tutto ciò che ti serve per scegliere le scarpe running da uomo che più si adattano alle tue necessità e aspettative. Se le informazioni date ti sono sembrate utili, lasciaci un commento e condividi l’articolo. Grazie e tutti a correre!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Jozef Polc: 38163411/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
31 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...