Se stai cercando un power bank, o batteria portatile, è perché sai che grazie ad esso puoi avere più autonomia. Sappiamo tutti quando la tecnologia di oggi ci sia di aiuto nel tran tran quotidiano. Il problema che spesso riscontriamo è la durata della batteria dei dispositivi. Raramente troviamo un telefono in grado di resistere un giorno intero senza essere ricaricato. A volte anche meno.

Ecco perché la batteria esterna diventa essenziale per avere sempre una ricarica extra anche quando non ci sono prese disponibili. Se vuoi saperne di più su questo dispositivo o se vuoi comprare il miglior power bank sul mercato continua a leggere la nostra guida, troverai tante informazioni che ti saranno utili per fare un acquisto di cui poi non ti pentirai.

Le cose più importanti in breve

  • Prima di poter decidere quale power bank comprare devi avere chiaro l’utilizzo che ne farai. Esistono modelli di dimensioni molto piccole che fanno sì che possano essere trasportati nelle tasche e sono in grado di garantire una carica o due. Se hai bisogno di più ricariche, o se stai pensando di portarlo con te per una gita, avrai bisogno di un modello con una capacità maggiore.
  • È fondamentale che tu sappia già quale dispositivo vorrai connettere al power bank. Generalmente ogni apparecchio che si ricarica utilizzando un cavo USB dovrebbe essere compatibile con la batteria portatile. Parliamo dei telefoni, ovviamente, ma anche dei tablet, delle action camera o degli altoparlanti Bluetooth.
  • Sapere in anticipo quanti dispositivi avrai bisogno di connettere contemporaneamente ti risparmierà molti problemi. Se devi collegare solo un dispositivo alla volta, sarà sufficiente che abbia solamente una porta USB. Se, invece, vorrai connettere più apparecchi simultaneamente avrai bisogno di una porta per ognuno di essi. Assicurati che queste siano compatibili con i tuoi apparecchi.

Classifica: I migliori power bank sul mercato

Niente è più fastidioso di rimanere senza batteria del telefono quando questo ti serve. Non importa se sei in vacanza in mezzo alla natura o in viaggio per lavoro. Le batterie portatili sono un’ottima opzione per non perdere quella chiamata tanto importante. Di seguito ti proponiamo una lista con i migliori power bank del 2019 per cercare di renderti più semplice la scelta.

Puesto nº 1: Aukey Powerbank

Questo modello di powerbank firmato Aukey è dotato di 20000 mAh, il che consente di caricare più volte uno stesso dispositivo. Gli apparecchi mobili compatibili con questo prodotto sono principalmente gli iOS. Sono presenti due porte USB per una carica simultanea di due dispositivi diversi. Nel pacchetto è incluso il cavo per caricare (da 20 centimetri).

Sono molte le recensioni positive per questo articolo. Gli utenti ne apprezzano la notevole potenza di ricarica e, di conseguenza, la lunga durata della batteria sia del powerbank, sia del dispositivo ricaricato. Vengono elogiati i led che indicano lo stato di “carica in corso” (bisogna premere il pulsante on/off per avviarla). Buona anche la durabilità dell’articolo.

Puesto nº 2: Yacikos Powerbank

Questo caricabatterie portatile, firmato Yacikos, è dotato di schermo LCD digitale, il quale mostra quanta carica residua rimane. La sua capacità di carica è di 24800 mAh (e per questo non è molto leggero!) per caricare più volte un dispositivo. Esteticamente, è grande come un palmo della mano e ha gli angoli smussati, per un pratico e comodo trasporto.

Le recensioni sono strabilianti: quasi tutte positive! Le caratteristiche più apprezzate dagli utenti sono indubbiamente la capacità di carica elevata e, legata ad essa, la sua compatezza e praticità. Tutto questo è accompagnato da un ottimo rapporto qualità-prezzo. Infine, elemento di spicco è la sua velocità di carica, in quanto molto rapida.

Puesto nº 3: Gnceei Power Bank

Gnceei propone un caricabatterie portatile da 25000 mAh che può caricare un Iphone XS fino a 7 volte con una sola carica. Il prodotto è dotato di due entrate per essere carico e di tre uscite per poter caricare simultaneamente al massimo tre dispositivi. Il display LCD digitale mostra dati importanti, come la carica residua e lo stato di input e output.

Le tante recensioni positive esaltano la longevità del prodotto per via dell’ottima durata della carica che fornisce. Anche il rapporto qualità-prezzo viene elogiato. Viene consigliato in contesti di viaggio lunghi e per persone che trascorrono tempo all’aperto. Da notare che il prodotto non è molto leggero. Ottima anche la carica simultanea di tre dispositivi.

Puesto nº 4: Trswyop Power Bank

Questo caricabatterie portatile, marchiato Trswyop, è dotato di alta velocità di carica e possiede 24800 mAh, il che lo rende adatto per contesti all’aperto o di viaggio di lavoro. Il display LCD digitale consente di monitorare attentamente la carica residua e le spie di input ed output ed è sufficiente premere il pulsante di accensione per visualizzarlo. Adatto a diversi sistemi operativi, come iOS, Android ed altro.

Anche per questo articolo sono moltissime le recensioni positive. La potenza di ricarica è certamente l’elemento più apprezzato ed elogiato. Inoltre, il rapporto qualità-prezzo è considerato essere ottimo. Esteticamente è giudicato essere gradevole e il peso non risulta essere eccessivo, nonostante la quantità di carica offerta.

Puesto nº 5: Charmast Powerbank

Firmato Charmast, questo powerbank è dotato di batteria in polimero di litio di altà qualità e possiede fino a 10400 mAh di carica. Inoltre, è previsto di due entrate per l’auto-carica e di tre uscite per caricare simultaneamente fino a tre dispositivi differenti. Il display LED riporta informazioni circa la carica residua e la tensione e intensità di corrente.

Gli utenti che hanno lasciato un commento elogiano il prodotto in quanto facile da tenere di mano o da portare in giro. Inoltre, il rapporto qualità-prezzo è giudicato essere ottimo. La potenza di ricarica è uno degli elementi più graditi, in quanto consente di effettuare diverse cariche a piena potenza. Infine, è elogiata la leggerezza del prodotto e la sua estetica.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui power bank

I dispositivi mobile, specialmente i telefoni, sono diventati apparecchi fondamentali nella nostra vita quotidiana. Senza dubbio, la durata della loro batteria spesso è insufficiente. Contare su un buon power bank può essere molto d’aiuto in svariate occasioni. In questa sezione parleremo degli aspetti più importanti che devi conoscere prima di acquistarne uno.

power-bank-prima-xcyp1

Il power bank è molto pratico mentre sei in viaggio.
(Fonte: Przemekklos: 44314737/ 123rf.com)

Come funziona un power bank?

La traduzione letterale di power bank sarebbe “banca di energia”. Ovviamente il termine più usato per riferirsi ad esso è batteria portatile. Il suo funzionamento è molto semplice. Prima di tutto devi assicurarti di caricare il power bank. In questo modo la batteria portatile accumula energia per poi, in un secondo momento, passarla agli altri apparecchi.

Quando il nostro dispositivo, ad esempio un cellulare, mostra dei livelli bassi di carica, è il momento di utilizzare il power bank. Al posto di collegarlo direttamente alla corrente, userai il cavo per connetterlo alla batteria portatile. Così facendo, il power bank comincerà a trasferire l’energia al dispositivo che inizierà quindi a caricarsi.

Quali dispositivi possono essere caricati con un power bank?

Il dispositivo con cui più viene utilizzata una batteria portatile è il telefono cellulare. Questo perché quest’ultimo è un apparecchio che quasi tutti ustilizzano quotidianamente. Molte persone ne fanno un uso intensivo e quindi hanno bisogno di caricarlo spesso. Il problema sorge quando non c’è una presa della corrente nelle vicinanze. Il power bank è una soluzione ideale in queste situazioni.

Ovviamente questi tipi di dispositivi non vengono utilizzati solo con i cellulari. I power bank possono anche funzionare con altri apparecchi elettronici che si ricaricano in modo simile agli smartphone. Ci riferiamo, ad esempio, ai tablets, ai Kindle, alle fotocamere o ai GPS. Alcuni modelli sono addirittura in grado di caricare i computer portatili.

Molte batterie portatili hanno un design intelligente. Grazie ad esso riconoscono il voltaggio del dispositivo connesso in modo da caricarlo nel minor tempo possibile in totale sicurezza. Inoltre, sono solite includere un meccanismo per evitarne il surriscaldamento. Devi sempre ricordarti di leggere le istruzioni per assicurarti della compatibilità del power bank con i tuoi dispositivi.

Che cos’è il mAh di un power bank?

L’abbreviazione mAh fa riferimento ai milliampere-ora. L’ampere è un’unità di misura che indica l’intensità. Il milliampere-ora quindi è la millesima parte di un ampere. Senza voler entrare nel merito degli aspetti troppo tecnici, il mAh di un power bank indica la quantità di energia che può accumulare. Questo aspetto è molto importante.

Quanto più grande è la quantità di energia immagazzinata, tanta più energia esso sarà in grado di passare ai dispositivi collegati. Ciò vuol dire che potrai caricare il cellulare per più volte senza dover ricaricare il power bank. Devi considerare che più dispositivi conetterai alla batteria portatile, meno tempo questa ci metterà a scaricarsi.

Come si collega un power bank?

Il modo più usato per collegare un dispositivo al power bank è attraverso l’uso di un cavo USB. Nelle confezioni di alcuni modelli questo è già incluso. Se così non fosse, non devi preoccuparti, in primo perché puoi comprare il cavo separatamente ad un prezzo economico, poi perché sicuramente ne avrai già uno.

Probabilmente ti servirà lo stesso cavo che utilizzi per collegare il tuo dispositivo alla corrente. Devi tenere a mente che non tutti i cellulari e i tablet hanno lo stesso tipo di entrata. Dovrai usare il filo adatto al tuo tipo di telefono. Ricordati che più porte USB ha la batteria portatile, più dispositivi potrai caricare contemporaneamente.

power-bank-prodotto-xcyp1

Molti modelli di power bank sono resistenti all’acqua.
(Fonte: Petro Perutskyi: 120312710/ 123rf.com)

Come si carica un power bank?

Per fare in modo che il tuo power bank funzioni correttamente prima dovrai caricarlo. Ricorda che il power bank funziona come una batteria esterna e come tale ha bisogno di essere ricaricato frequentemente. Più è alto il livello di carica di cui dispone la tua batteria portatile, per più tempo sarai in grado di utilizzarla.

Solitamente il power bank si ricarica attraverso un cavo USB. Ti basterà collegare un estremo del cavo alla porta micro USB della batteria e l’altro alla presa della corrente utilizzando un adattatore, ad esempio quello che utilizzi per ricaricare il tuo telefono cellulare. Potrebbero esserci delle differenze a seconda del modello, quindi ricordati sempre di consultare prima le istruzioni.

Come funziona un power bank solare?

La differenza fra un power bank classico e uno solare è che quest’ultimo monta un pannello fotovoltaico. Questo viene comunemente chiamato pannello solare ed è in grado di trasformare la luce in elettricità. In questo modo, ponendo il power bank al sole, inizierà a ricaricare automaticamente la sua batteria.

Questo sistema è ideale per le gite in mezzo alla natura o per quando si va in campeggio, ovvero quando l’accesso alle prese della corrente è limitato. Senza dubbio è importante ricordarsi che il tempo di ricarica del power bank attraverso l’energia solare è molto lento. Comunque, la maggior parte delle batterie portatili solari possono essere ricaricate anche collegandole alla corrente.

power-bank-xcyp1

Il power bank deve essere caricato prima di poter passare l’energia agli altri dispositivi. (Fonte: Aliaksandr Bahdanovich: 111891165/ 123rf.com)

Che vantaggi e inconvenienti presenta un power bank solare?

Il power bank solare è un’ottima opzione se prevedi di esporlo per molto tempo alla luce del sole, ad esempio, durante una lunga camminata o mentre sei in campeggio, dove puoi lasciarlo tutto il giorno sotto ai raggi solari. Sfruttare ogni fonte disponibile per ricaricare il power bank è una cosa che devi tener presente. Vediamo una tabella con i suoi vantaggi e gli svantaggi:

Vantaggi
  • Permette di ricaricarlo utilizzando l’energia data dalla luce del sole
  • È molto utile durante le lunghe escursioni o il campeggio
  • Normalmente può essere caricato anche collegandolo alla corrente
  • Si può usare come un power bank tradizionale
  • Alcuni modelli sono resistenti all’acqua, alla polvere e ai colpi 
Svantaggi
  • Ci mette di più a caricarsi quando si usa l’energia solare
  • Se non ci fosse abbastanza luce solare dovrai ricorrere per forza alla corrente elettrica per ricaricarlo

Criteri di acquisto

Sul mercato puoi trovare una grandissima varietà di power bank. Per questo è normale che tu ti senta un po’ spaesato al momento di scegliere quale acquistare. Per aiutarti a prendere la migliore decisione possibile, abbiamo preparato questa sezione. In essa troverai alcuni degli aspettii che dovrai tenere in considerazione se vorrai mettere le mani sul miglior power bank del 2019.

  • Dimensione
  • Capacità
  • Numero di porte
  • Vita utile
  • Tipo di utilizzo

Dimensione

La dimensione del power bank che deciderai di acquistare dovrà essere conforme all’uso che vorrai farne. Se stai pensando di utilizzarlo quotidianamente, forse avrai bisogno di poter portarlo comodamente sempre con te. In questo caso una batteria portatile di misura ridotta sarà perfetta. Ovviamente, con essa il numero di ricariche che potrai effettuare sarà più limitato.

Se ciò che cerchi è un power bank capace di realizzare numerose ricariche, te ne occorrerà uno con una capacità maggiore. Ciò però, normalmente, implica delle dimensioni superiori. Inoltre, sul mercato puoi trovare delle batterie portatili che ci stanno in una tasca e che possono garantire fino a tre ricariche. Se cerchi un numero di cariche maggiore, sicuramente dovrai optare per un power bank più grande.

power-bank-batteria-xcyp1

Il power bank solare permette di sfruttare la luce naturale del sole.
(Fonte: Ruslan Sitarchuk: 89318127/ 123rf.com)

Capacità

Questo fattore è in strettamente correlato con quello appena discusso. Il modello Gnceei, che puoi trovare nella nostra classifica, ha una capacità maggiore di quello dell’Aukey. Ovviamente non sempre una batteria dalle dimensioni maggiori dispone anche di una maggiore capacità. Esistono batterie portatili con grandezze simili ma capacità differenti.

L’importante è che controlli sempre le indicazioni del produttore riguardo ai milliampere-ora (mAh), di cui abbiamo già parlato. Quanto più grande è questa cifra, tanto maggiore sarà il numero delle ricariche che sarà in grado di effettuare la batteria, ovvero maggiore sarà la sua capacità. È importante ricordare che il numero delle ricariche variano anche a seconda del dispositivo che vuoi caricare, non è la stessa cosa caricare un tablet o uno smartphone.

Numero di porte

Il numero di porte del power bank che sceglierai non è un aspetto di poca importanza. Con questo ci riferiamo al numero dei collegamenti che presenta e che permettono di conettere più dispositivi contemporaneamente. Se dovrai solamente collegare un apparecchio alla volta sarà più che sufficiente che disponga di una sola porta USB.

Se desideri connettere più di un dispositivo allo stesso tempo avrai bisogno di un power bank che disponga di più porte. Spesso è necessario caricare contemporaneamente il cellulare e il tablet, ad esempio. Per riuscirci avrai bisogno di una porta USB per ognuno di questi apparecchi. Esistono anche batterie portatili che permettono di ricaricare i computer portatili attraverso un collegamento AC.

foco

Sapevi che esiste un power bank con una capacità di 48,000 mAh?

Vita utile

La vita utile di un power bank fa riferimento al numero delle volte che puoi usarlo dal momento del suo acquisto. Questo numero viene anche chiamato “ciclo di vita”. Generalmente una batteria portatile effettua tra i 500 e i 1000 cicli. Questo è il numero di volte che essa può venire caricata e usata prima di smettere di funzionare.

Ovviamente è solamente una stima e varia molto a seconda di ogni modello. Inoltre dipende dall’uso che fai del tuo power bank e da fattori esterni come, ad esempio, la temperatura.

È normale che la capacità di ricarica di qualsiasi batteria con il passare del tempo e con l’uso  diminuisca. È importante fare attenzione a questo aspetto prima di acquistarne una.

Tipo di utilizzo

Per assicurarti di acquistare il migliore power bank in relazione al rapporto qualità-prezzo, devi chiederti che uso ne andrai a fare. Prima di tutto devi sapere quanti dispositivi dovrai caricare contemporaneamente con esso. Se desideri ricaricare solamente il tuo telefono, una batteria portatile ad una sola porta sarà sufficiente.

Se, al contrario, avrai bisogno di caricare più apparecchi alla volta, necessiterai di più porte. Devi anche chiederti come trasporterai la tua batteria portatile. La vuoi infilare in tasca, nella ventiquattrore o in una borsa? A seconda della risposta, dovrai scegliere un power bank di una dimensione rispetto ad un’altra. In ultima, devi capire se la userai tutti i giorni o solo sporadicamente.

Se vuoi Devi acquistare
Una batteria che puoi utilizzare quotidianamente e portare sempre con te Un power bank compatto di dimensioni ridotte
Utilizzarlo come torcia Un power bank che includa questa funzione, normalmente grazie a una luce a LED
Poter caricarlo con l’energia derivata dalla luce del sole Un power bank solare
Una batteria che ti permetta di caricare anche il computer portatile Un power bank con porta AC

Conclusioni

Il telefono cellulare è un dispositivo di cui non puoi fare a meno nella tua vita di tutti i giorni. Spesso, a causa del suo uso intensivo, la batteria non dura quanto vorresti. In questi casi il power bank si presenta come la soluzione ideale. Inoltre esso è uno strumento molto versatile, dal momento che permette di caricare una grande varietà di dispositivi differenti.

Prima di scegliere la batteria portatile che fa al caso tuo, devi capire in quali circostanze la utilizzerai. Puoi trovare diverse opzioni a seconda, per esempio, se la compri per usarla quotidianamente come dispositivo da lavoro. Se invece ne hai bisogno per lunghi viaggi, gite o per il campeggio, dovrai optare per altri modelli. In ogni caso, un power bank si rivela sempre essere un accessorio molto pratico ed utile.

Speriamo che questi consigli ti siano stati d’aiuto per sciogliere i tuoi dubbi sui power bank. Se così fosse, ti invitiamo a lasciarci un commento e a condividere la nostra guida sui social in modo che nessuno dei tuoi amici rimanga senza batteria!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Yaroslav Kryuchka: 81353966/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
28 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...