Il Gin tonic è una delle bevande più alla moda e probabilmente hai già avuto l’occasione di provarlo. Gli amanti del gin sono fortunati perché il mercato ne offre un’enorme varietà. Puoi scegliere tra i sapori più classici e le nuove tendenze con aromi fruttati e colori sorprendenti. Su una cosa non ci sono dubbi: il gin merita di essere provato prima o poi.

Al giorno d’oggi, è facile scegliere quello più adatto alle tue preferenze e al tuo palato. Ci sono però diverse considerazioni da fare. Non importa se ti piace berlo da solo o se preferisci un Gin tonic. Prima di scegliere, devi conoscere gli aspetti fondamentali di questa bevanda. Se vuoi trovare il miglior gin del mercato, continua a leggere la nostra guida.

Le cose più importanti in breve

  • Il gin viene prodotto nei Paesi Bassi e in Inghilterra. Quello olandese è più forte e quasi sempre ha la denominazione di “bevanda aromatizzata al ginepro”. Ciò significa che non è gin in realtà, ma brandy con l’aroma di ginepro. Questa bevanda è più forte e con un gusto peggiore.
  • Esistono molti tipi di gin. Tutti sono aromatizzati e insaporiti. Potrai trovare aromi di agrumi, frutta, erbe, spezie e floreali. Tienilo a mente prima di scegliere un gin.
  • Il gin, a differenza della maggior parte dei liquori, di solito non si beve da solo. Anche se ha un gusto molto personale, non è un’abitudine usuale. Invece, il suo sapore è perfetto come base per cocktail e mix.

Classifica: I migliori gin del mercato

Qui di seguito, ti presentiamo una lista dei migliori gin presenti sul mercato. Il gin è una bevanda con molta personalità, scegliere il migliore è complicato. Alla fine dipenderà dal tuo palato e da come lo consumerai. Ci auguriamo che in questa guida tu possa trovare la bevanda più adatta a te.

Posto nº1: Gin Mare – Mediterranean Gin

Gin Mare è considerato il primo autentico gin mediterraneo che non è legato a nessun tipo di origine o denominazione locale. È composto da otto diversi prodotti botanicals, tra cui spiccano quattro essenze puramente mediterranee: basilico italiano, timo turco, rosmarino greco e agrumi spagnoli. Disponibile in formato da 700 ml o da 1 litro.

Le recensioni lo considerano uno dei migliori gin in assoluto. Qualcuno lo giudica addirittura strepitoso, profumatissimo e presentato in una bottiglia importante. Ottimo sia bevuto da solo oppure con tonica e rosmarino.

Posto nº2: Hendrick’s Gin

Uno dei marchi più riconosciuti e, senza dubbio, uno dei migliori gin del mercato. Premiato con la medaglia d’argento al Concorso internazionale di vino e spirito del 2010. Ha profumi di fiori e radici, frutta e semi, ha un sapore complesso in cui spiccano i classici il ginepro e gli agrumi.

Secondo le recensioni è un prodotto che vale quello che costa. Il gusto è corposo, speziato, con sentori di coriandolo e cetriolo. Viene ritenuto buono anche liscio, un gin che sa distinguersi per le sue note aromatiche.

Posto nº3 : Star Of Bombay London Dry Gin

Si presenta in una nuova elegante bottiglia, questo rinomato gin dal colore cristallino. Il suo aroma è originato dall’equilibrio di 12 erbe proveniente da tutte le parti del mondo. La lenta distillazione tramite ‘vapour infusion’ avviene in alambicchi che gli conferiscono un gusto corposo, unico e avvolgente.

Secondo le recensioni la sua sensazione aromatica è straordinaria, il retrogusto complesso e muschiato, con sentori di bergamotto. Ideale da bere liscio, con ghiaccio o in cocktail. Qualcuno lo consiglia con una scorza d’arancia. La bottiglia particolarmente elaborata è ideale che per fare un regalo.

Posto nº4: Gin Del Professore – Jerry Thomas Speakeasy

Il Gin del Professore è nato con l’idea di creare un Gin d’altri tempi. È legato alla tradizione piemontese e si differenzia da tutti gli altri gin in commercio. È una miscela di ginepro, lavanda, arancio, tra le altre, addolcite con cannella e vaniglia. Viene creato per infusione e non viene distillato, il che lo rende unico nel suo aroma.

Gli acquirenti lo apprezzano per il suo sapore leggero al palato, con un aroma chiaro di ginepro ed un retrogusto di arancia. Consigliatissimo anche per la preparazione di cocktail sempre profumati e aromatici.

Posto nº5: The Botanist Islay

The Botanist è un gin di stile moderno realizzato sull’isola di Islay, nella famosa distilleria di whisky del Bruichladdich. Utilizza 31 diversi prodotti botanici, 22 dei quali sono raccolti sull’isola di Islay in modo sostenibile. Ha un corpo morbido e tra i suoi aromi spiccano il ginepro, agrumi, mentolo e fiori.

Qualcuno lo considera uno dei migliori gin di fascia medio alta. Inizialmente aggredisce un po’ la gradazione alcolica, ma una volta in bocca tutte le sue note si fanno apprezzare.

Posto nº6: Botanic Premium London Gin

Un gin classico, caratterizzato da un’accurata selezione di 14 ingredienti botanici, tra cui la mano di Buddha, il ginepro, il mandarino, il timo, il coriandolo, il limone, la cannella, la menta piperita, la camomilla, l’anice matalahuga, l’arancia dolce, la mandorla, il cardamomo e il mango. Il gusto è intenso, morbido ed elegante. Viene distillato 3 volte.

Considerato di grande livello, viene presentato in una particolarissima bottiglia che lo rende originale e d’impatto quando viene mostrato nei bar privati per la preparazione dei cocktail.

Posto nº7: Gin Monkey 47

Gin di produzione limitata considerato da molti esperti come il migliore al mondo. È un gin prodotto in Germania, nel cuore della Foresta Nera. Viene ottenuto da una tripla distillazione non filtrata di quarantasette botanicals (da qui il nome). In seguito viene affinato con il mirtillo, che gli dona un tocco speciale. La bottiglia richiama la storia di questo gin (era un flacone farmaceutico).

Anche le recensioni lo considerano il ‘vero gin’, qualcuno lo considera il migliore mai bevuto. Profumato e pieno di gusto, ha un sapore unico, corposo, aromatico, molto speziato. Sembra che valga tutto il prezzo che costa.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul gin

Il gin è una bevanda con una lunga tradizione. Originario di Londra, è uno dei liquori più venduti al mondo. Qui di seguito, ti mostriamo un elenco di domande frequenti degli utenti in modo che tu possa comprendere bene questa bevanda e ottenere le informazioni necessarie per fare un buon acquisto.

gin-prima

La prossima volta che vai in un bar, non pensarci due volte, chiedi del gin.
(Fonte: Feseko: 99690276/ 123rf.com)

Che cos’è il gin?

Il gin è un liquore che deriva dal jenever olandese. Ha un’alta gradazione che va da 37 a 47 gradi ed è ottenuto dalla distillazione di orzo senza malto. Le bacche di ginepro vengono aggiunte e aromatizzate con cardamomo, angelica e altre erbe. Da qui proviene il suo aroma di corteccia di cassia, giglio e scorza d’arancia.

Per ottenere la denominazione di gin, il liquore deve avere il sapore del ginepro. Esistono denominazioni diverse, a seconda della concentrazione e del metodo di fermentazione. Il gin è famoso per essere parte del Gin tonic, uno dei mix più bevuti al mondo. Il Gin tonic si ottiene mescolando acqua tonica e gin e aggiungendo ghiaccio.

foco

“Il dottore dice che (il Gin tonic) mi fa bene, anche se mio figlio sospetta a torto che io cada negli hotel a causa della bevanda, ma no, è a causa dei tappetini che mettono sotto i letti, sulle quali si aggancia la stampella.” (Ana María Matute)

Dove si produce il gin?

Originariamente, il gin si produceva in Olanda. I primi registri relativi alla distillazione delle bacche di ginepro sono olandesi. Successivamente, i medici tedeschi iniziarono a produrre liquori di ginepro per scopi medici. Da lì si passò in Inghilterra, dove veniva distillato a Plymouth e, soprattutto, a Londra, dove si trovano ora le più rinomate distillerie del mondo.

In ognuno di questi posti, il gin veniva distillato in un modo diverso. Ad esempio, nei Paesi Bassi e in Germania era realizzato distillando vapore da alcoli puri, mentre in Inghilterra veniva prodotto nel modo tradizionale. A Plymouth si aggiungeva acido solforico, il Bombay Saphire è aromatizzato con mandorle, liquirizia e radice di giglio di Firenze. Ogni gin è diverso dall’altro.

Come si produce il gin?

Il gin olandese si produce con un terzo di malto frantumato, fermentato e rettificato. Quindi viene aggiunto alcol a bassa gradazione e poi il composto viene distillato. Il risultato è mescolato con aromi e insaporitori e quindi viene nuovamente distillato. Da qui arriva un prodotto con una gradazione alcolica compresa tra 43 e 44 gradi. Il gin olandese è forte.

Il gin britannico viene prodotto rettificando una miscela ad alto contenuto alcolico, in modo che prenda aroma e sapore. Questa viene ridotta con acqua e lasciata in contenitori con agenti aromatizzanti. Quindi viene distillata di nuovo. Dopo diverse riduzioni, si ottiene un prodotto con una gradazione alcolica tra 40 e 47 gradi.

Di che cosa è fatto il gin?

Il gin è fatto di orzo e ginepro non maltato. L’ingrediente principale del gin è la bacca di ginepro che ne contiene il succo ed è ciò che gli conferisce quel sapore particolare, asciutto e duro al palato. Il gin più popolare è fatto con le prugnole. È quello che solitamente mescoliamo con acqua tonica e altre bevande per creare i cocktail.

Le distillerie miscelano il prodotto originale con agenti aromatizzanti. In Inghilterra, vengono utilizzate le fragole mescolate con altri ingredienti. Tra i più popolari troviamo: radice di angelica, mandorle, coriandolo, cardamomo, radice di cassia, anice o scorza d’arancia. Anche il limone o il coriandolo vengono utilizzati per dare un tocco agrumato.

Winston ChurchillPolitico britannico

“Il Gin tonic ha salvato più vite e menti degli uomini inglesi di tutti i dottori dell’Impero.”

Quanti tipi di gin esistono?

Il gin è una bevanda molto personale. Ha un colore trasparente e un sapore fresco che è ideale come base per molte combinazioni. È difficile sapere quanti tipi di gin esistono realmente poiché non esiste una divisione ufficiale. Tuttavia, qui ti presentiamo un elenco dei tipi di gin secondo gli esperti:

  • Distillati aromatizzati al ginepro: In realtà si tratta di acquavite al ginepro. Sono considerati come gin, anche se non lo sono. Sono il risultato di un processo in cui l’acquavite è aromatizzato con le bacche di ginepro. Possono essere utilizzate bacche di ginepro comuni o rosse.
  • Gin: Prodotto obbligatoriamente con bacche di ginepro comune e alcol etilico di origine agricola. Il gusto predominante dovrebbe essere quello della bacca di ginepro. Di solito è aromatizzato durante la distillazione con aromi botanici.
  • Gin distillato: È caratterizzato dal fatto che il processo di produzione prevede che prima si debba aromatizzare l’alcol che deve essere di origine agricola. Quindi viene effettuata la distillazione. Deve contenere almeno il 96% di alcol nella sua composizione.
  • London Gin: Anche conosciuto come London Dry Gin. È il più commercializzato e conosciuto. È caratterizzato dall’essere secco e dall’assenza di coloranti, edulcoranti e additivi. È aromatizzato negli alambicchi tradizionali. Viene distillato dopo essere stato aromatizzato.
gin-tonic

Il gin è ideale per essere miscelato con acqua minerale e un po’ di limone.
(Fonte: Hofacker: 43784926/ 123rf.com)

Come si beve il gin?

A differenza della maggior parte dei grandi superalcolici, il gin non viene bevuto spesso da solo. Tuttavia, alcuni dei migliori gin si possono bere con ghiaccio e alcune fette di cetriolo o scorza di limone e sono generalmente molto leggeri, con molto aroma e con sapori derivati dai botanicals.

Il gin, grazie al suo sapore fresco e secco, è ideale come base per molte combinazioni. È usato nel famoso Dry Martini che predilige James Bond. Si trova anche nel Gin Fizz. Il Rickey Gin è una combinazione semplice con acqua gassata mentre il BeauEvil va mescolato con succo d’arancia e soda al limone. E non possiamo dimenticare il Gin tonic.

Ernest Hemingwayscrittore statunitense

“Lei non beve? Mi rendo conto che parla in tono sprezzante della bottiglia. Bevo da quando avevo quindici anni e poche cose mi hanno dato più piacere. Quando lavora duramente tutti i giorni con la testa e sa di dover lavorare il giorno dopo, quale altra cosa può farle cambiare idea e farla ragionare diversamente, più del gin?”

Come faccio a distinguere un gin premium?

Puoi distinguere un gin normale da uno premium a prima vista. Sì, è veramente semplice. Il gin premium ha una presentazione e un design molto più attento e spettacolare. All’interno delle gamme premium troverai bottiglie progettate per stupire. Un’altra differenza ovvia sarà nel prezzo, ovviamente.

Anche gli ingredienti saranno diversi. Come in molte bevande, l’acqua è uno degli ingredienti principali. Ogni marchio punta su acque di alta qualità per i suoi gin premium. Alcuni usano l’acqua delle sorgenti montane e persino dei ghiacciai artici. Come puoi vedere, ci sono grandi differenze tra i gin normali e quelli premium.

Quanti Botanicals per il gin esistono?

Uno dei migliori modi per classificare i tipi di gin è sui Botanicals, o botanici. Si tratta di erbe e spezie utilizzate per aromatizzare il gin nel distillato. Ogni marca e ogni tipo di gin utilizza alcuni prodotti o altri. I risultati sono gin molto diversi gli uni dagli altri.

Sebbene alcuni prodotti siano utilizzati per tutti i gin, alcuni vengono utilizzati solo per un tipo di liquore. Qui di seguito vi presentiamo una tabella con le informazioni sui vari tipi di botanicals utilizzati:

Botanicals per il gin Aroma Sapore Sfumatura
Classico Bacca di ginepro Fresco e secco Predomina il ginepro
Agrumi Prevalgono gli aromi di agrumi Dolciastro Contiene pompelmo, arancia, limone, mandarino e lime
A base di erbe Con note di erba e un aroma molto intenso Sapore molto fresco e gradevole Contiene menta, basilico, rosmarino e timo
Floreale Morbido aroma di fiori Sapore intenso e dolce, meno secco degli altri Contiene gigli, rose, violette, gerani e gelsomini
Alberi da frutto Piacevole aroma di frutti di bosco Sapore di frutti rossi e frutti di bosco Contiene uva, fragola e mela
Piccante Grande gamma di aromi Intenso sapore speziato e alla cannella Contiene cannella, pepe, radice di angelica e noce moscata

Quali altri usi si possono fare del gin?

Il gin è molto più di un drink. Sicuramente non lo sapevi, ma è anche un detergente per cristalli perfetto. Anche se in Italia potrebbe non essere così conosciuto, è uno degli ingredienti del famoso polpettone all’inglese. Si aggiunge un po’ di gin all’impasto e, dopo averlo fatto evaporare, si otterrà una maggiore consistenza e anche un sapore migliore, ovviamente.

Un altro utilizzo ideale del gin è come dopobarba. È un disinfettante, quindi funziona per alleviare la pelle dopo la rasatura. Il gin veniva usato come medicina, quindi ha proprietà medicinali. Combatte influenze e raffreddori e, inoltre, ha effetti analgesici e antinfiammatori, ideali per il dolore e la digestione pesante.

Criteri d’acquisto

Qui di seguito, analizzeremo una serie di fattori che dovresti prendere in considerazione prima di acquistare una bottiglia di gin. Se comprendi quelli più importanti, sarà più facile per te fare un buon acquisto. Non avere fretta, ci sono molti gin e molte marche sul mercato. Se vuoi scegliere un gin di qualità, segui questi criteri:

  • Tipo di gin.
  • Classificazione botanicals.
  • Presentazione.
  • Proprietà benefiche.
  • Opinioni.
  • Utilizzo.
  • Distilleria.
  • Contenuto di alcol.

Tipo di gin

L’Unione europea riconosce quattro tipi di gin che, con alcune differenze, hanno un’autorizzazione. I primi sono gli alcolici al ginepro, bevande alcoliche aromatizzate al ginepro. Il secondo è il “Gin”, fatto solo con bacche di ginepro comuni e aromatizzato con i botanicals.

Il gin distillato è una bevanda con un distillato al 96% di alcol di origine vegetale che viene aromatizzato durante il processo di produzione. L’ultimo è il London Dry Gin, il più commercializzato e consumato. È il gin secco di sempre, privo di coloranti, dolcificanti e additivi. Aromatizzato con botanicals tradizionali.

gin-tonic-seconda

Il Gintonic è un cocktail fatto con gin che ha guadagnato popolaritá negli ultimi anni.
(Fonte: Zakharau: 42019699/ 123rf.com)

Classificazione botanicals

Il sapore e l’aroma del gin sono fattori essenziali per la scelta. Nel gin classico, il gusto predominante è il ginepro, anche se non deve essere l’unico. Molti hanno note di agrumi come arancia, limone, mandarino o pompelmo: sono più freschi, ideali da bere da soli o con ghiaccio e un pezzetto di scorza di limone.

Poi ci sono quelli alle erbe, una gamma molto più ampia, perché possono essere aggiunte molte erbe e piante. Le più comuni sono menta, rosmarino e timo. Si tratta di gin intensi. Ci sono anche gin ai fiori, anche se sono più rari: possiedono note di gelsomino o giglio che danno un tocco dolce. I più dolci sono quelli alla frutta.

Presentazione

Una delle principali differenze tra gin premium e normale è nella confezione. L’immagine è importante È un fattore che influenza il prezzo e la qualità del gin. Marchi come Tanqueray o Hendricks prendono molto seriamente la presentazione dei loro prodotti. Queste confezioni sono generalmente accattivanti e ben progettate.

E non bisogna trascurare la quantità. Quella più comune è la bottiglia da 0,7 litri o 1 litro. Alcune marche offrono confezioni da 0,50 litri, anche se non è usuale. Il gin non scade, quindi non preoccuparti se non sei un forte bevitore. Se avanza, puoi conservarlo fino alla prossima cena con gli amici.

Proprietà benefiche

Il gin è nato come una medicina. È composto da ginepro e piante, spezie, fiori e frutti. In passato era usato come rimedio per l’influenza e il raffreddore. È anche un buon disinfettante, quindi può essere usato per pulire le ferite. Anche se non sembra, serve anche per disinfettare le superfici come i piani di lavoro.

È sempre stato usato come antinfiammatorio e analgesico. È un rimedio efficace contro i crampi e i dolori mestruali. È ideale per lenire il mal di denti o per ridurre l’infiammazione delle gengive. Può essere usato per alleviare il gonfiore di stomaco in caso di digestioni difficoltose. I soldati britannici in India lo usavano per combattere la malaria.

Opinioni

Quando effettui un acquisto online, non devi ignorare i commenti degli altri acquirenti. Molti di questi commenti possono fornire informazioni dettagliate sul prodotto. Non fidarti solo delle descrizioni che a volte non forniscono abbastanza informazioni. Commenti e opinioni ti diranno se un prodotto è più venduto o meno.

Anche se alcune opinioni saranno soggettive, ne troverai altre molto utili. Alcuni acquirenti si sono specializzati nel commentare i loro acquisti. Leggi attentamente questi commenti, poiché ti forniranno informazioni, quasi sempre superiori a quelle della descrizione. Le valutazioni sono importanti anche nel processo decisionale, leggile.

Utilizzo

Il gin è una bevanda dal sapore molto speciale. Di solito è molto secco e, anche se alcuni hanno sapori gradevoli, di solito non vengono consumati da soli. Alcuni produttori creano gin ideali da bere da soli, con ghiaccio e un piccolo cetriolo o una fetta di limone. Ma non è una modalità molto diffusa: se non ti piace mescolare le bevande, il gin non fa per te.

Il gin è la base di molti mix e cocktail. Se vuoi un buon gin per una serata con gli amici, non sceglierne uno premium, perchè è solitamente molto costoso ed è più adatto ai cocktail speciali. Il London Dry Gin è ideale per la miscelazione con acqua tonica. Molti hanno aromi speciali, quindi non è consigliabile aggiungerne altri.

Distilleria

Alcune marche e distillerie sono ben note nel mondo del gin. Hendrick’s o Monkey47 sono alcuni dei marchi più consumati di gin. Entrambi producono liquori di qualità superiore e hanno centinaia di anni di esperienza.

Le più moderne distillerie cercano di portare innovazione. Con il boom del Gin tonic, hanno cercato di trovare qualcosa che rendesse diversi i loro prodotti. Questi gin di solito hanno sapori e odori aggiunti. Inoltre, tra le distillerie è diventato di moda aggiungere una colorazione al gin.

Contenuto di alcol

Il gin solitamente attraversa diversi processi di distillazione. In alcuni casi il prodotto originale supera il 96% di alcol. Per produrre il gin si utilizzano alcool derivati da prodotti vegetali. Ciò significa che sono ottenuti dalla fermentazione di alcuni grani vegetali. Questi gin sono molto sottili e hanno un sapore molto tradizionale.

Solitamente il gin ha una gradazione alcolica tra i 37 ei 47 gradi ed è quindi un prodotto con una gradazione molto alta. Il contenuto di alcol influenzerà il prezzo del gin. Più ne contiene, più costoso sarà il gin. La maggior parte delle marche ha circa 40 gradi. Ideale per i mix e per godersi una serata.

Conclusioni

Il gin è una bevanda molto personale. A differenza di altri liquori, è molto difficile berlo da solo. Fortunatamente, i suoi aromi e sapori lo rendono ideale per essere aggiunto nei cocktail; nel Gin tonic, nei soft drink al limone o nel Dry Martini, il gin è un’ottima bevanda. Essendo una bevanda alcolica, ricordati di consumarla con moderazione.

Dovresti scegliere il miglior gin secondo i tuoi gusti: scegline uno fruttato se ti piacciono i sapori dolci o uno alle erbe se vuoi qualcosa di più intenso. Valutane i botanicals o il prezzo. Sceglilo per il suo design o per il suo sapore. Se vuoi il miglior gin del mercato, ti basta seguire la nostra guida.

Se ti è piaciuto l’articolo, lasciaci un commento o condividilo con i tuoi amici e familiari per acquistare il miglior gin sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Soler: 19615856/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
38 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...
Avatar

Pubblicato da SUPERUOMINI